I percorsi

Giovedì 17 giugno

Da Aeroporto Catania a Rifugio Sapienza

Il percorso che si sviluppa per la quasi totalità su strade secondarie asfaltate, intervallate da percorsi in terra battuta, attraversa alcuni villaggi, piccoli paesini, e campi coltivati.
Si districa tra antiche colate di lava e crateri, dove i resti di vetusti manufatti, ormai in disuso si erigono quasi a voler resistere contro il Vulcano.
Il tempo pare essersi fermato a quel giorno in cui la lava si impadronì del territorio.
Una gita molto gradevole che dalla città, con pendenze modeste, conduce alla montagna.

Livello di difficoltà: Percorso facile, a tratti più tecnico
Autonomia minima: 1000 Wh (consigliato 1500)
Sviluppo totale: 40 Km
Tempo di marcia: Ore 3.00
Pendenza Max: 20°


Venerdì 18 giugno

Scalata dell’ETNA e giro ad anello

I primi 24 Km di percorso sono compiuti in off road, molto tecnico.
La scalata del Vulcano è un “must” del rider esperto e richiede un briefing ed una preparazione particolare.
Si parte da quota 1900 metri per raggiungere quota 3365 del cratere sommitale di Nord Est – Bocca nuova.
Dalla quota 2900 metri (torre del filosofo) è obbligatorio essere accompagnati da una Guida Alpina.
Trattandosi di alta montagna, occorre un equipaggiamento idoneo, giacca a vento e pantaloni pesanti, scarponi da trekking, berretto e guanti; è obbligatorio indossare il casco, per il pericolo di ricaduta pietre a causa di esplosioni eruttive.

Il fondo sabbioso, nel periodo estivo, durante le ore centrali della giornata non si presta alla percorrenza del monoruota che tende ad affondare.
Per questo motivo la scalata dell’Enta vede la partenza dei rider alle 6.00 del mattino, quando la pista sterrata è compattatta dalle formazioni di ghiaccio e la temperatura esterna è abbondantemente sotto zero.

Benchè le meraviglie paesaggistiche e gli stupendi panorami offerte dal cratere possano affascinare, l’attività sportiva in alta quota, è definita a rischio e presenta insidie di diversa natura.
Per affrontare la scalata in monoruota, occorrono preparazione atletica e tecnica, e un ottimo stato di salute. Sopra la quota dei 3000 metri, alcuni soggetti più sensibili alle variazioni di pressione, potrebbero accusare i sintomi dell’ ipossia (mal di montagna).

Inoltre va segnalato che presso la “torre del filosofo” e per circa 800 metri, la pista è stata coperta da una recente colata e la ruota dovrà essere trasportata a mano.

Non si potrà affrontare la scalata nelle seguenti circostanze:
– In caso di pioggia, nebbia, tempesta di vento o neve
– Con la formazione di evidenti cumolo nembo
– Con temperature superiori ai 15° alla partenza
– Dopo pioggia abondante se il fondo risulta infangato

Dopo 24 Km percorsi fuori strada, tra crateri lunari e fumanti spaccature del terreno, si giunge alla strada asfaltata, che da Monte Conca, porta a Fornazzo – Zafferana Etnea per ritornare poi al Rifugio Sapienza (42km).

Livello di difficoltà: Percorso molto tecnico, per rider esperti
Autonomia minima: 1000 Wh (consigliato 1500)
Sviluppo totale: 66 Km
Tempo di marcia: Ore 7.00
Pendenza Max: 35°


Sabato 19 giugno

Pista Altomontana

La Pista Altomontana è un bellissimo percorso sterrato che si snoda a una quota media di 1700 metri, tra foreste e antiche colate, con uno sviluppo di circa 40 Km e che collega innumerevoli rifugi, grotte e siti di interesse naturalistico.
Un percorso a tratti facile e a tratti tecnico, adatto a raider esperti, dotati di resistenza fisica.
Una volta giunti sulla statale Mareneve, con 14 Km di strada asfaltata si giunge poi alla cittadina di Linguaglossa.

Rifugi aperti: Caserma Pitarrone, Monte Santa Maria, Saletti, Monte Spagnolo, Monte Nave, Monte Maletto, Monte Scavo, Poggio La Caccia, Galvarina;
Territori attraversati: Linguaglossa, Castiglione di Sicilia, Randazzo, Maletto, Adrano, Biancavilla, Ragalna
Particolarità: Passo dei Dammusi; Grotta di Monte Nunziata; Giardino Botanico Nuova Gussonea

Livello di difficoltà: Percorso a tratti facile, a tratti molto tecnico
Autonomia minima: 1000 Wh (consigliato 1500)
Sviluppo totale: 54 Km
Tempo di marcia: Ore 6.00
Pendenza Max: 25°


Domenica 20 giugno

Da Linguaglossa a Taormina a Aeroporto Catania

Bellissimo giro interamente su strada asfaltata, molto panoramico. Visita della città di Taormina e rientro percorrendo strade costiere, lungomari e ciclabili.
Da Taormina a Recanati, Riposto, Torre Achiralfi, Santa Tecla, Acireale, Aci Trezza, Aci Castello, Catania.

Livello di difficoltà: Percorso facile
Autonomia minima: 1000 Wh
Sviluppo totale: 85 Km
Tempo di marcia: Ore 6.00
Pendenza Max: 20°